città lenta | slow city

La città lenta altro non è che la città che investe sulla qualità dell’abitare, dei servizi a scala locale e della mobilità capillare. Negli ultimi anni diversi territori hanno attivato processi di sviluppo locale, orientati ad accogliere le trasformazioni in atto facendo leva sul recupero e valorizzazione delle identità locali, sull’attenzione per l’ambiente e l’arredo urbano. Tali territori definiti “lenti” sono aree non riconducibili ad una situazione di arretratezza, sottosviluppo e contesti di crisi, in quanto la lentezza che li caratterizza non è indice di ritardo, ma fattore distintivo di sviluppo non centrato sul concetto di crescita. Queste parti di città sono caratterizzate da un lato da un movimento minore e dall’altro da una forma di sviluppo “diverso”. Nei territori lenti, le ragioni su cui si basano le logiche economiche-sociali e paesistico-insediative fanno riferimento a valori quali la reciprocità, la conoscenza delle condizioni dell’agire locale e la fiducia tra le persone. I territori lenti, il cui frema è costituito dall’identità e della qualità, devono essere capaci di coniugare un’identità locale con l’esigenza di innovazione, tolleranza, accoglienza dello straniero come portatore di varietà e sviluppo economico e, in un ottica di sostenibilità, di individuare un modello di sviluppo turistico nell’idea che turismo e territorio si fondano in modo innovativo.

Qyteti i avashte s’eshte tjeter vecse qyteti i cili investon ne cilesine e te jetuarit, te sherbimeve ne shkalle lokale (te vendit) e ne levizjen e gjere (e perhapur). Ne vitet e fundit, shume territore kane aktivizuar proçese te zhvillimit lokal, te cilat jane orientuar te permbledhin transformimet e momentit, duke i dhene rendesi rekuperimit dhe vleresimit te identiteteve lokale, ne kujdesin per ambientin dhe mobilimin urban. Te tille territore, te percaktuar “te avashte” jane zona qe nuk shpien ne nje situate prapambetjeje, nenzhvillim dhe kontekste krize, sepse, ngadalesia qe i karakterizon nuk eshte tregues vonese, por faktor dallues zhvillimi jo te perqendruar ne konceptin e rritjes. Keto pjese qyteti jane te karakterizuara nga nje ane nga nje levizje minore dhe nga ana tjeter nga nje forme zhvillimi “te ndryshem”. Ne territoret e avashta, arsyet ne te cilat bazohen logjikat ekonomike-sociale dhe pejzazho-vendosja i referohen vlerave si reciprociteti, njohja e kushteve te sjelljes lokale dhe besimi midis njerezve. Territoret e avashta, ku ne te cilet frema eshte e ndertuar nga identiteti dhe cilesia, duhet te jene te zote te nderlidhin nje identitet lokal me nevojen e inovacionit, te tolerances, mikpritja e te huajit si prures i i varietetit (shumellojshmerise) dhe zhvillimit ekonomik dhe, nga nje pikeveshtrim i pranueshmerise, te gjesh nje model te zhvillimit turistik ne idene qe turizmi dhe territori lindin ne menyre inovative.

Riferimenti:

–         Sviluppo turistico e territori lenti  di Giovanni Peroni  (CST centro interdipartimentale per il turismo, il territorio e l’ambiente)

–         Piano del Governo del Territorio di Milano, Metrogramma, pag.  32 DdP, Documento di Piano

Annunci
Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: